CANEDERLI TRENTINI: la versione vegan 100% plant-based dell'Eco Park Hotel Azalea

I canederli sono un piatto Trentino semplice e tradizionale che però lascia spazio a creatività ed interpretazioni.

All'Eco Park Hotel Azalea, in qualità di hotel etico, vegan e sostenibile non potevamo che proporre la versione bio plant-based vegana del tipico piatto Trentino. Offriamo ai nostri ospiti i canederli e tanti altri piatti della cucina tipica della Val di Fiemme in Trentino, rivisitati in versione 100% vegetale.



Quando si parla di cucina tradizionale trentina non si può subito pensare agli inimitabili canederli: un piatto semplice e umile ma ricco di sapore, creatività e tradizione.

Sono degli gnocchi di pane raffermo, popolari in Trentino e nei paesi di influenza germanica. Nascono come piatto di recupero dalla cultura dei contadini di montagna e sono ancora oggi uno tra i piatti più popolari in Trentino.

I canederli contengono tutta l'essenza del Trentino: semplicità e spontaneità ma anche innovazione e creatività - Lucia Aiello, aiuto cuoco Eco Park Hotel Azalea

La tradizione ha radici storiche che arrivano al Medioevo. A Castel Appiano, infatti, è possibile ammirare dei curiosi affreschi del XII secolo in cui sono presenti delle figure nell’atto di mangiare dei deliziosi canederli.

Non esiste una ricetta ufficialmente riconosciuta, ogni paese, ma si potrebbe dire ogni famiglia del Trentino – Alto Adige ha il proprio modo di cucinare e accompagnare i canederli. La ricetta tramandata è una ricetta versatile che lascia spazio alla creatività.

Eco Park Hotel Azalea vi propone una ricetta esclusiva, 100% bio, plant-based senza prodotti di origine animale.

Vediamola insieme!


Canederli trentini, plant-based version


Ingredienti

  • Una cipolla

  • Aglio (uno spicchio)

  • 300 gr di pane raffermo (bianco, integrale o di farro)

  • Sale, pepe e noce moscata per il condimento

  • Prezzemolo

  • Erba cipollina

  • 250 ml di latte vegetale

  • 3 cucchiai di farina di soia o in alternativa di farina di ceci

  • Un po' di farina di patate

  • Un goccio di olio d'oliva


Preparazione

  1. Tritare finemente la cipolla, l'aglio e il prezzemolo.

  2. Tagliare il pane raffermo a cubetti.

  3. Mettere il pane in una ciotola, mescolare con la farina, aggiungere le spezie e versare il latte vegetale.

  4. Lasciare agire per 5-7 minuti.

  5. Far rosolare la cipolla e l'aglio in una padella e aggiungere il prezzemolo.

  6. Aggiungere il composto della padella all'impasto e mescolare il tutto insieme.

  7. Lasciate riposare il composto di gnocchi per 20 minuti.

  8. Riempire d'acqua una pentola capiente e portarla a bollore.

  9. Abbassare il fuoco non appena l'acqua raggiunge il bollore: l'acqua non dovrebbe bollire quando gli gnocchi sono nella pentola.

  10. Formare gli gnocchi e metterli nell'acqua bollente.

  11. Lasciare riposare gli gnocchi per 20 minuti.


Servire in brodo o con il sugo di pomodoro oppure porzionare gli gnocchi e rifinire con un filo di olio d'oliva o burro vegetale e del formaggio vegetale.

Buon appetito!


Speriamo che la nostra ricetta ti sia piaciuta, ti invitiamo a provarla e ad inviarci le foto e il feedback a info@ecoparkhotelazalea.it o sui nostri canali social.

Resta connesso per altre ricette deliziose e scopri quelle già pubblicate cliccando sull'hashtag #ricette che trovi in fondo alla pagina!