LA TERAPIA DEL BUON UMORE NEI BOSCHI DELLA VAL DI FIEMME

I boschi della Val di Fiemme sono da sempre conosciuti per la loro maestosità e ampiezza. Le foreste di conifere ricoprono il 60% del territorio della Val di Fiemme e il ritmo di crescita è impressionante: due metri quadri al minuto, circa cento ettari all’anno. Nelle tue vacanze olistiche all'Eco Park Hotel Azalea potrai sperimentare una connessione profonda con gli alberi di questo fantastico territorio.



Basta una breve passeggiata nei boschi limitrofi a Cavalese per entrare in contatto con una foresta che parla a chiunque abbia il desiderio di ascoltare.

Entrando in questo mondo magico portando profondo rispetto le porte della natura avranno la possibilità di aprirsi. Nelle foreste della Val di Fiemme l’invito è quello di immergersi nella natura, seguendo le tracce della magnificenza della creazione in modo da entrare in contatto con la propria interiorità.


Per una maggiore intensità dell’esperienza, si invitano i visitatori a toccare o ad abbracciare gli alberi. Questa attività è ufficialmente riconosciuta come terapeutica da diverse comunità scientifiche e prende il nome di silvoterapia. Diversi studi affermano che l’essere umano, dall’alba dei tempi ad oggi, abbia passato il 99% del suo tempo nei boschi e per questo una passeggiata consapevole nella foresta è in grado di risvegliare quel sentore di primordialità. Max Calderan, atleta e profondo amante della natura, ricorda che “all’origine il nostro corpo era perfetto. Nato in natura e per mezzo di quella stessa natura che, ai giorni nostri, sfruttiamo in maniera così aggressiva”. L’invito è quello di risaldare un nuovo legame con la natura, libero da ogni pregiudizio antropocentrico a favore di un rispetto umile e sincero. Se ascoltiamo intimamente noi st


essi, scopriamo che questo legame è già dentro di noi sin dall’alba dei tempi ed aspetta solo di essere liberato dalle nostre corruzioni mentali. A tal proposito si consiglia la lettura del libro Walden. Vita nel bosco di Henry David Thoreau che ci guida alla riscoperta di un rapporto sincero e miracoloso con il bosco.


Leggi: FOREST BATHING IN VAL DI FIEMME: TRA ALBERI CENTENARI, RUSCELLI DI MONTAGNA E FELCI FELICI


Oltre ai benefici spirituali, abbracciare gli alberi è utile anche per rinfrescare il corpo, ideale in queste giornate di caldo torrido. Questa notizia giunge da una fonte più che autorevole: il koala. Uno studio dell’università di Melbourne in Australia, ha scoperto che i koala riescono ad abbassare la loro temperatura corporea abbracciandosi stretti ai tronchi degli alberi, più precisamente nella parte bassa, proprio alla nostra portata.


Torna alla homepage